· 

Il modello Cognitivo-Interpersonale

Il modello cognitivo-interpersonale si basa sull’ipotesi che il funzionamento cognitivo di ogni individuo ha origine nelle esperienze relazionali che ognuno vive a partire dalla propria nascita.

Di fondamentale importanza è l’integrazione del modello cognitivo con quello interpersonale .
Lo scopo è quello di offrire un’equivalente valore sia ai processi relazionali dell’individuo lungo tutta la sua storia evolutiva, sia alle sue modalità cognitive con le quali attivamente seleziona determinate informazioni dall’ambiente, inserendole in un ordine di significato che può rilevarsi più o meno funzionale o adattativo per la persona.  

Pertanto il valore aggiunto di un modello integrato è quello di poter guardare simultaneamente ai processi cognitivi e relazionali della persona che è costantemente immersa nel suo contesto di vita familiare, di coppia, amicale e lavorativo.

In tale modello è di rilevante importanza il significato che viene attribuito alla cornice del setting ovvero quello spazio che predispone le basi per la costruzione della relazione terapeuta- paziente. Indispensabile per fornire a chi sceglie un percorso di psicoterapia, l'esplorazione della totalità delle sue parti, anche quelle sommerse, che da solo non ha mai avuto modo di scoprire.

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0
Visualizza il profilo di Fabrizia Argirò su LinkedIn